Torna a Tutto TestiTutto_Testi_1.html
Torna a TestiTutto_Testi_1.html


CONTAMINACION


Testo di Antonio Resta



Fa  Do  Rem


libera libera libera….


                    Fa

E’ dentro di me…


      Do              Rem

E scorre nelle vene


                Fa

E’ dentro te…


       Do             Rem

Sciogli le catene


                   Fa

Libera  la mente


Do           Rem

Dai preconcetti


                Fa

Dogma  e tabù


Do          Rem       

mondi diversi


              Fa

Vizi e virtù


Do          Rem

Nuovi universi


Fa            Do        Rem         

Luce ad Oriente nasce  


Sib           Fa

Contaminacìon


            Do           Rem

l’alba meticcia cresce


Sib           Fa

Contaminacìon


        Do      Rem

Viene dalle stelle


Sib             Fa

Contaminacion


        Do     Rem

È  sulla pelle…


       Fa      Do         Rem

Uuuuu  uuuuu  uuuuu



E’ dentro di me

E’ nella conoscenza

E’ dentro te

stringiamo alleanza

Libera la mente

Dai preconcetti

Dogma e tabù

mondi diversi

Civiltà e tribù

Nuovi universi

Luce ad Oriente nasce

Contaminacìon

L’alba meticcia cresce

Contaminacìon

Corpi fusi insieme

Contaminacion

Corre nelle vene…

Unisci, e mischia

Mescola i colori     

Rovescia e rischia

Conosci i tuoi  pensieri

Confondi apprendi

Rimescola i sapori    

Dentro te…Dentro me

libera libera libera

C’E’ CHI CREDE CHE…


Testo di Antonio Resta


C’è chi è nato sordo e chi

Chi non vuol sentire

C’è chi è nato orbo e chi

Chi non vuol vedere


C’è chi è nato muto

E chi non vuol parlare

C’è chi porta colpa e chi

Chi la fa portare


C’è chi è nato zoppo e chi

Non vuol camminare

E c’è chi vive in alto e giù

In basso può pisciare


E  c’è  c’è …!!

Chi muore al lavoro

Chi in tasca c’ha l’oro

E  c’è  c’è …!!

Chi vive nell’ombra

Chi mena…chi sgombra

E c’è chi crede c’è chi crede che..

Che il mondo sia tutto per se….


C’è chi è nato pazzo.. e chi

E’ matto da legare

E chi parla soltanto per…

Sentito dire

C’è chi tiene i conti e chi

Chi non sa contare

C’è chi fa peccati

E poi fa la morale


C’è chi è nato stanco e chi

Fermo non sa stare

E c’è chi vive in alto e giù

In basso può pisciare


E  c’è  c’è …!!

Chi paga le tasse

Chi insabbia e corrompe

E  c’è  c’è …!!

Chi vive allo sbando

Chi tiene il comando


E c’è chi crede c’è chi crede che..

Che il mondo sia tutto per se

C’è chi resta in fila e chi

Spinge per passare

Con l’arroganza

Di chissa’

Quale ..onore


C’è chi rincoglionisce

Con la televisione

C’è chi abbocca all amo

Chi fa l’imbroglione


C’è chi compra tutto e chi

E' in svendita totale

E c’è chi vive in alto e giù

In basso può pisciare


E  c’è  c’è …!!

Chi taglia la corda

Chi impugna un arma

E  c’è  c’è …!!

Chi perde la testa

Chi ride e fa festa


E c’è chi crede c’è chi crede che..

Che il mondo sia tutto per se!!


E  c’è  c’è …!!

Chi vive allo sbando

Chi tiene il comando

Chi perde la testa

Chi ride e fa festa


E c’è chi crede c’è chi crede che..

Che il mondo sia tutto per se!!



IL POETA


Testo di Antonio Resta


Il poeta è la creatura più feroce

Cugino di primo grado del gorilla

Insulta imperatori, ruffiani e presidenti

Primi ministri ed anche i loro parenti

Ha lunghi capelli sulla testa

E sulla faccia…sulla faccia!

Il poeta ha molte tasche e taccuini

Matite, carta e pennini


Il poeta è un animale assai notturno

Fugace nella notte allunga il passo

Detesta i signori audaci e ben pensanti

E gli arrivisti belli e sempre vincenti

Ha grilli e farfalle per la testa

E nel cuore….una tempesta

Il poeta ha molte giacche e molti panni

Ma indossa sempre quelli da vent’anni


Il poeta non sa..

Le sue colpe…vivere a metà

Il poeta non sa…

Le emozioni… vivere a metà


Il poeta vive raramente in branco

Ha donne sparse in giro per il mondo

E come un lupo di montagna

Si nasconde e poi la notte piange e si lagna

Ha sogni e utopie fuori tempo

E nel cuore…un tormento

Il poeta ha una valigia sempre pronta

Ha visto il mondo e ancora non gli basta


Il poeta non sa..

Le sue colpe…vivere a metà

Il poeta non sa…

Le emozioni… vivere a metà


Ma sa!!   Assaporare il gusto !!

E ridere!! …ridere di gusto !!!

Ma sa!!   Assaporare il gusto !!

E ridere finanche alla miseria

Ma sa!!   Assaporare il gusto !!

E ridere!! …ridere di gusto !!!


Il poeta non sa..

Le sue colpe…vivere a metà

Il poeta non sa…

Le emozioni… vivere a metà


LUCE NEGLI OCCHI     


Testo di Antonio Resta / Simone Dalmaschio


         Fa#m    Mi                Fa#m    Mi                               

Non so   leggere ne scrivere


        Fa#m            Mi  

Ma queste mie parole


Fa#m                    Mi                      Fa#m

Son dette con la testa e con il cuore


Mi            Fa#m             Mi

            Soy una mujer


            Fa#m            Mi             Fa#m

Combatto per il popolo invisibile


Mi               Fa#m           Mi

            Indio compañera


     Fa#m          Mi

Lotto per la libertà


     Fa#m                 Mi             Fa#m

Ma il malgoverno mente e spara


    La     Mi            Fa#m

Siamo figli della terra


       Re           Mi        Fa#m      Mi       Fa#m   

Chi viene in pace non avrà guerra


      La     Mi        Fa#m

Somos hijos de la tierra


     Re           Mi        Fa#m      Mi       Fa#m

Hijos del campo de la sierra



Fiore di terra sulle alture

Seguo il mio sentiero

Vivo qui ad un  passo dal cielo

Luce negli occhi

Questo il mio nome da invisibile

Indio compesina

Chiedo scuola e sanità

Ma il malgoverno mente e spara


Siamo figli della terra

Chi viene in pace non avrà guerra

Somos hjios de la tierra

Hijos del campo de la sierra


Sudore e mani da lavoro

Ascolta il mio pensiero

La gente qui resiste e tiene duro

In messico  o in tibet, in kenia

Nicaragua in Guatemala

Ovunque ti trovi

Qualunque sia la strada

Lotta per la libertà possibile


Siamo figli della terra

Chi viene in pace non avrà guerra

Somos hjios de la tierra

Hijos del campo de la sierra

TABOR LO ZINGARO


Testo di Antonio Resta


E’ quasi giorno

Nel campo

E  tabor…

È già in piedi da un po’

Si lava gli occhi

Di fuori

E il sole sorge

Sopra le roulottes

Un altro giorno lì

Nel fango ancora vivrà

E come sempre lì

Ai bordi della città

Tabor lo zingaro

Sa che la pula non ha pietà

E la sua giostra oggi non girerà

E dai Carpazi..

Ad Istabul

Ha camminato

E dormito qua e là

Ha fatto a pugni

Con la sorte

Ma ride sempre

E male non fa

E un altro giorno lì

Nel fango ancora vivrà

E come sempre lì

Ai bordi della città

Tabor lo zingaro

Sa che la gente non ha pietà

E la sua giostra oggi non girerà


Ha un cane cieco

E un clarino

Che il vecchio sinta gli regalò

Ha fatto il clown

E il cartomante

Il mangiafuoco

In giro per le città

E a piedi nudi va …

Ancora alla sua eta’

Perchè da sempre sa

Che la sua terra è la libertà

Tabor lo zingaro

Sa che la gente non ha pietà

E la sua giostra

Oggi non girerà

Dai giorni neri

Di quell’estate

Quando il suo amore

E’ volato via

Con la sua giostra

Sgangherata

A fiori gialli

E cavalli a meta’

Non si è fermato mai

E mai lo farà

Perchè da sempre sa

Che la sua terra è la libertà

Tabor lo zingaro

Sa che la gente non ha pietà

E la sua giostra

Oggi non girerà

Tabor lo zingaro

Sa che la pula non ha pietà

E la sua giostra oggi non girerà

MEFISTO


Testo di Antonio Resta


Ti ho visto fra il razzismo e la xenofobia

Fra santi e bigotti e l’ ipocrisia

Ti ho visto fra le borse e i mercati finanziari

E con i banchieri coi loro tesori

Ti ho visto tra le bombe e i segreti di stato

E fra chi mente e chi ha sempre negato

Ti ho visto tra i monarca e l’eredità borghese

E con la nobiltà del bel vedere


Ed in costa smeralda

A Montecarlo e a Saint Vincent

col rampollo di Savoia

il fuoribordo e lo champagne

E cerco gente diversa da te

Ladro imbroglione Mefisto spione di un re


Ma chi sei ?…che fai ? ..ti ho visto      Mefisto !


Ti ho visto cambiare

Le regole del gioco, anche mentire….Ti costa poco !

Ti ho visto nei pestaggi della polizia

Con la tua arroganza, la tua mania

E fra i vuoti di memoria delle televisioni

E con i tg…. coi  loro padroni

Nel calcio venduto a Luki Luciano

E fra i conti segreti

Del caimano


Ed in costa smeralda

A Montecarlo e a Saint Vincent

Col rampollo di Savoia

Il fuoribordo e lo champagne

E cerco gente diversa da te

Ladro imbroglione Mefisto spione di un re


Ma chi sei ?…che vuoi ?…ti ho visto!    Mefisto!


Ti ho visto fra il new style,

E in  Businnes class,

Sul Financial time

l’Empire of businness

Ti ho visto a Wall Street

Nella New Economy

Sul Washington Post

Alla CNBC


Ed in Costa Smeralda

A Montecarlo e Sain Vincent

Col rampollo di Savoia

Il fuoribordo e lo champagne

E cerco gente diversa da te

Ladro imbroglione Mefisto spione di un re


Ma chi sei ? …che vuoi ? … ti ho visto!    Mefisto!!









POLVERE E PAZIENZA


Testo di Antonio Resta


Avrai le mani   Sporche di terra

Giorni di rabbia  Sole e calor       

Combatterai   Coi mulini a vento    

cambierà il tempo   sale e sudor             


Porterai   i segni del tempo                      

Pagherai il conto  L’amore o la morte


Rideranno  Ti colpiranno                       

Col bastone  Alle spalle lo sai

E sarà al demoni  Sarà al vino

La malora  o il destino                            

    

Luna in novembre cambia color            

Arriva in carrozza el diablo!


Polvere..

Polvere e pazienza  

Volontà..

E resistenza


Camminerai Sui pezzi di vetro

Resterai indietro  Resterai lì                   


Aspetterai  il momento giusto                

a uscire dal bosco  la sira col scur            


Chiuderai  Con il passato                      

sarai cresciuto  non scorderai          


E sulla tua strada incontrerai

Chiodi e catene ……. e guai!


Polvere..

Polvere e pazienza  Volontà.. 

E resistenza


Avrai le mani sporche di fango

Giorni di stento  fatica e sudor

E cento giorni  e cento notti

a denti stretti  di pianto e dolor!


Porterai i segni del tempo

Pagherai il conto  l’ amore o la mort


Incontrerai la strega del bosco

Gli occhi del mostro  briganti e ladrùn


Ma questa è la strada

E non ce n’é altre  tieniti forte

Tieniti su


Aspetta e spera amico mio  

Aspetta  e prega il …  tuo Dio!!


Polvere..

Polvere e pazienza  Volontà.. 

E resistenza



LA CAROVANA


Testo di Antonio Resta


Pioggia battente o sole cocente

la carovana va…

Danza ungherese, maghi, folletti e streghe

e luna sarà…

E brusa al legn e scalda al fòc

( e brucia il legno e scalda il fuoco )

E al whiskey scalda al còr

( e il whiskey scalda il cuore )

E intorno ai carrozzoni fra vino e canzoni

Un nuovo giorno verrà


Largo brava gente Al carro festante

fiori e fango rubati a Fresh town

E i giorni del terrore la caccia ai clochard

Sui muri di Budapest

E cambia al temp e canta al gal

Burrasca e tempural

E fuori le chitarre Vecchi amici di Bresnja

l’orchestra attacca e si va…


E gira al mond…Vagabond,

( gira il mondo ..vagabondo )

gira e ferma al temp

( gira e ferma il tempo )

E cuntra al vent, cuntra curent

( contro il vento, contro corrente )

canta e balla la gent

( canta e balla la gente )


E gira al mond…Vagabond,

Gira e ferma al temp e inturan al fòc,

diavul e sant... la carovana del folk


Danza gitana, il matto, il gobbo e l’iguana

E festa sarà…

E cambia al temp e canta al gal

( e cambia il tempo e canta il gallo )

Burrasca e tempural.. fuochi nella notte

( burrasca e temporale )

Fior di ganja in libertà il sole nuovo verrà

Strade d’argento o sentieri di fango

La carovana va…


E sa che non può fermarsi mai

Neanche alla corte del re

E brusa al legn e scalda al fòc

( e brucia il legno e scalda il fuoco )

E al whiskey scalda al còr

( e il whiskey scalda il cuore )

E fuori le chitarre vecchi amici di Bresnja

L’orchestra attacca e si va…


E gira al mond…Vagabond,

( e gira il mondo Vagabondo )

gira e ferma al temp

( gira e ferma il tempo )

E cuntra al vent, cuntra curent

( e contro il vento, contro corrente )

canta e balla la gent

( canta e balla la gente )

E gira al mond…Vagabond,

( gira il mondo vagabondo )

Gira e ferma al temp e inturan al fòc,

( gira e ferma il tempo e intorno al fuoco )

diavul e sant ..la carovana del folk

( diavoli e santi ) …è la carovana del folk..

TEMPO AL TEMPO


Testo di Antonio Resta


Mi fermo un poco e prendo tempo

Mi guardo intorno cerco un senso

Passo la mano e resto fermo un giro

Prendo aria e respiro

Prendo tempo e poi ci penso

Resto ancora qui un momento

Mi guardo dentro e faccio il conto

Guardo il mare e poi riparto


Darò …tempo al tempo

Ci penso poi vedo

Saprò …aspettare

Ascolterò il mare

Ta rara rara rara…


Mi siedo un poco per guardare

Farò tardi lascia stare

C’è vento fuori e dentro me

Guardo il mondo e penso che

Prendo tempo e poi ci penso

Resto ancora qui un momento

Ho qualcosa ancora di tuo addosso

Chiudo gli occhi e mi rilasso


Darò …tempo al tempo

Ci penso poi vedo

Saprò …aspettare

Ascolterò il mare

Ta rara rara rara…


Mi fermo un poco e prendo tempo

Mi guardo intorno cerco un senso

Passo la mano e resto fermo un giro

Prendo aria e respiro

Prendo tempo e poi ci penso

Resto ancora qui un momento

Ho qualcosa ancora di tuo addosso

Chiudo gli occhi e mi rilasso


Darò …tempo al tempo

Ci penso poi vedo

Saprò …aspettare  

Ascolterò il mare


Darò …tempo al tempo

Ci penso poi vedo

Saprò …aspettare

Ascolterò il mare

Ta rara rara rara…



SACCO E VANZETTI


Testo di Giovanna Daffini


Il ventidue di agosto a Boston in America

Sacco e Vanzetti van sopra la sedia elettrica

E con un colpo di elettricità

All’altro mondo li vollero mandar


Circa le undici e mezzo il giudici e la gran corte

Entrano poi tutti quanti nella cella della morte

“Sacco e Vanzetti state a sentir

Dite se avete qualcosa da dir”


Sacco e Vanzetti tranquilli e sereni

Noi siamo innocenti, aprite le galere

E lor risposero senza pietà

Voi alla morte dovrete andar


Entra poi nella cella il bravo confessore

Domanda a tutti e due la santa religione

Sacco e Vanzetti con grande espression

“Noi moriremo senza religion”


E tutto il mondo intero reclama la loro innocenza

Ma il presidente Fuller non ebbe più clemenza

“Siano essi di qualunque Nazion

Noi li uccidiamo e con grande ragion”


Addio moglie e figlio

a te sorella cara

Che per noi tutti e due

C’è pronta ormai la bara

                                      

Addio amici in cor la fé    

Viva l’Italia e abbasso il Re


20 NOW

                                                             

Testo di Antonio Resta          



                Sim                     

Ho visto le braccia e i lividi neri

                     

Ho visto gli occhi e i vuoti pensieri

La

Le moto rubate e lasciate li

                                  Sim

Grigi quartieri di ruggine… ruggine


              Sim

Ho visto il Punk e Cristiana F.


Buchi e paure all’ ombra del muro

La

Il Rock e le casse a tutto volume

                                           Sim

La noia, e il sole… la domenica… domenica    


Sim                      Re              La       Sim        Sol / Sim

Time ! Long Time ! Long  day !  20 now  20 now


Ho visto quel muro venire giù

Nel  ’89  Berlino da qua

E poi altri muri venire su

Il mondo cambiava opinione

Cambiava regime vent’anni fa

Cambiava il gioco la gente e le idee

Cambiava poco in fondo per noi

No stop illusion la musica e poi

Il chiodo e gli anfibi…la domenica …

vent’anni fa


Time ! Long Time !  Long  day !  20…now


Ho visto le bombe e tempeste di fuoco

Ho visto alla fine  cambiare poco

Un uomo solo contro l’esercito

Un uomo solo in piazza…  Tiananmen…

Tiananmen

Ho visto i giorni dell’ apartheid

Mandela  tornare alla libertà

i nostri sogni solo a metà

E centinaia di film…sul Vietnam…..sporco   Vietnam


Time ! Long Time !  Long  day !     20…now


Ho visto  i segni del H.i.v

Fonzie e pop corn la guerra in tivù

Le nostre mani i nostri jeans

I dischi in vinile…la domenica ..domenica

Ho visto i bambini di Cernobyl

La desolazione le bidonville

E il futuro rubato è già quà

e il mare, il sapore del mare al nucleare …

al nucleare 


Time ! Long Time !  Long  day !     20…now

ACQUISTA “20 NOW” IL TERZO ALBUM A SOLI € 8,90